Sacrificio di un amico

Sacrificio di un amico, ascolta quello che ti dico, fermati adesso, la tua famiglia ha la priorità in questo contesto. Seguendo i miei demoni l’ho perduta, volevo conquistare il mondo, ma adesso non ci vorrei stare qui neanche un secondo. Mi assumo tutte le mie colpe, non permetterò un altro golpe, la pace per la mia vita é la soluzione, anche se mi uccidi in questa situazione.

Lieto fine

Lieto fine, tutti lo speriamo, anche chi alla speranza non é incline, nella guerra quotidiana, l’obiettivo é quello, anche di una mente insana. Si sacrifica tutto per quello scopo, non pensi alla conseguenza del dopo, l’unica meta, é la felicità per cui a nessuno la si nega. Aldilà dei patti, tutti saranno soddisfatti, perché se va bene a tutti é un lieto fine, altrimenti é l’inizio della fine.

Sangue del tuo sangue

Sangue del tuo sangue, per questo il mio corpo langue, lo difenderò lungo il mio cammino, sfidando la sorte e il mio destino. Quando lo vedrò soffrire, ad ogni costo lenirò il suo patire, anche se dovrò sacrificare gente, di loro non mi importa niente. Non esistono al suo cospetto fratelli, né denaro, oro o gioielli, é un richiamo primordiale, il sangue non scorre solo nelle mie vene, ma in tutto il mio essere animale.

Alleanza

La nostra alleanza non é di circostanza, noi siamo fratelli e della strada siamo gemelli, nulla ci divide, neanche il potere e chi lo decide. Tutti fregano tutti, senza pudore, senza onore, per interesse, per faccende connesse, per odio ed anche per un semplice podio. Non ti puoi fidare di nessuno, che tu vinca o perda non hai futuro, ma la nostra alleanza rimane per noi, la nostra speranza.

Linea d’ombra

Linea d’ombra, questo é quello che mi adombra, essere pronto al mio destino senza aver messo niente a puntino. Dimostrare di essere un uomo, fare quello che si deve senza chiedere perdono, lo sapevi che sarebbe venuto il momento, non c’è nessun motivo per provare sgomento. Adesso la guerra ti aspetta, non avere fretta, la vita é stata maestra senza pietà, ora per lo scontro é arrivata l’età.

Redenzione

Redenzione, é ciò che voglio in questa situazione, dopo aver cambiato vita e dargli un senso prima che sia finita. Sconto il mio peccato in questo posto dimenticato, mi comporto come non ho mai fatto, ma ormai il dado é tratto. Hanno decretato la mia fine, ma non sanno che alla loro mente sono affine, li frego d’anticipo e li batto in modo atipico, liberando dall’inferno un’anima buona, solo così Dio mi perdona.

La fine di un capo

La fine di un capo, nessuno l’avrà mai dimenticato, mentre gli altri organizzano scaltri, la gente lo ricorda anche dopo la morte, nonostante la cattiva sorte. Comandare spesso può far male, soprattutto quando non si mette la morale davanti a tutto. Quando le alleanze son fatte con i nemici che hanno distrutto tutto quello in cui credi e dici. Non si può sostituire un capo, la sua grandezza non é un semplice dato, ma é data dall’onore verso la sua famiglia, il suo posto solo così si piglia.

Un mercoledì da leoni

Un mercoledì da leoni, noi sull’amicizia ci abbiamo puntato fino a che non saremo vecchi e beoni. La maturità incombe, ma sotto il suo volere nessuno di noi soccombe, purtroppo però la vita va avanti e non la si può affrontare con i guanti. Adesso che la vita ci ha cambiati non l’ha fatto fino in fondo, perche ora cavalco l’onda più alta del mondo. La caduta però é stata rovinosa, non si può perdere la vita in una tempesta ondosa, cedo la mia tavola, a chi ancora crede in una favola.

Da zero a dieci

Da zero a dieci ripercorriamo a ritroso quel che feci. Rivivere una settimana di tanti anni fa, con le stesse persone che erano là. Per capire che alcuni sentimenti continuano a vivere in tanti momenti, ma ormai non ci appartengono più, la nostra vita non é quella che fu. Ciò che rimane é la nostra passione, che mettiamo in ogni nostra occasione, perché la vita va vissuta adesso, senza alcun compromesso.

Radiofreccia

Radiofreccia, la nostra radio che fa breccia, simbolo di libertà, contro ogni forma di omertà, arrivare ad esprimere il proprio pensiero, purché sia sempre e comunque sincero. Descrivere una generazione, che con l’eroina ha arricchito una nazione, mascherando il malessere giovanile, dietro la musica che finiva nel vinile. Radio libere che viaggiavano nell’etere, rappresentavano di noi tutti la liberazione, da tutti gli inganni della politica, portando finalmente all’azione.