La base del rispetto è la sincerità

La base del rispetto è la sincerità, che in qualsiasi rapporto rappresenta la verità. Solo in questo modo si può andare avanti, senza queste premesse intorno si hanno solo furfanti. Nella vita non ci si può fidare di nessuno, tutti vogliono essere al posto di qualcuno. Ma essere con le palle vuol dire parlare chiaro, non rimandare e portare tutto a valle. Solo così si conquista il rispetto, senza lasciare spazio a nessun sospetto.

 

Quello che non si vede fa piú male

Quello che non si vede fa piú male perché ciò che si vede appare spesso banale. Cedere a compromessi perdendo spesso se stessi, per poi rendersi conto che non si può tornare indietro siamo come cocci fatti di vetro. Alla fine arrendersi all’evidenza che tutto va oltre l’apparenza, sotto ci sono solo inganni da lavarsi in casa come i propri panni. Quando poi tutto è alla luce del sole non restano che vane parole, ciò che conta purtroppo è il danno, ormai irreparabile nonostante lo si voglia cancellare con affanno.

Guadagnarsi la libertà

Guadagnarsi la libertà, in un gioco dove non c’è pietà. Dove perdi un amico e sei solo in fondo ad un vico. Ritrovare la famiglia e reagire a questo mondo che anche l’anima ti piglia. Sistemare le cose con un patto per fermare qualsiasi altro nefando fatto. Conquistarsi la libertà, lasciare agli altri tutto ciò che verrá, per ricominciare una nuova vita per seguire un sogno di una grandezza infinita.

Sacrificio di un amico

Sacrificio di un amico, ascolta quello che ti dico, fermati adesso, la tua famiglia ha la priorità in questo contesto. Seguendo i miei demoni l’ho perduta, volevo conquistare il mondo, ma adesso non ci vorrei stare qui neanche un secondo. Mi assumo tutte le mie colpe, non permetterò un altro golpe, la pace per la mia vita é la soluzione, anche se mi uccidi in questa situazione.

Lieto fine

Lieto fine, tutti lo speriamo, anche chi alla speranza non é incline, nella guerra quotidiana, l’obiettivo é quello, anche di una mente insana. Si sacrifica tutto per quello scopo, non pensi alla conseguenza del dopo, l’unica meta, é la felicità per cui a nessuno la si nega. Aldilà dei patti, tutti saranno soddisfatti, perché se va bene a tutti é un lieto fine, altrimenti é l’inizio della fine.

Sangue del tuo sangue

Sangue del tuo sangue, per questo il mio corpo langue, lo difenderò lungo il mio cammino, sfidando la sorte e il mio destino. Quando lo vedrò soffrire, ad ogni costo lenirò il suo patire, anche se dovrò sacrificare gente, di loro non mi importa niente. Non esistono al suo cospetto fratelli, né denaro, oro o gioielli, é un richiamo primordiale, il sangue non scorre solo nelle mie vene, ma in tutto il mio essere animale.

Alleanza

La nostra alleanza non é di circostanza, noi siamo fratelli e della strada siamo gemelli, nulla ci divide, neanche il potere e chi lo decide. Tutti fregano tutti, senza pudore, senza onore, per interesse, per faccende connesse, per odio ed anche per un semplice podio. Non ti puoi fidare di nessuno, che tu vinca o perda non hai futuro, ma la nostra alleanza rimane per noi, la nostra speranza.

Linea d’ombra

Linea d’ombra, questo é quello che mi adombra, essere pronto al mio destino senza aver messo niente a puntino. Dimostrare di essere un uomo, fare quello che si deve senza chiedere perdono, lo sapevi che sarebbe venuto il momento, non c’è nessun motivo per provare sgomento. Adesso la guerra ti aspetta, non avere fretta, la vita é stata maestra senza pietà, ora per lo scontro é arrivata l’età.

Redenzione

Redenzione, é ciò che voglio in questa situazione, dopo aver cambiato vita e dargli un senso prima che sia finita. Sconto il mio peccato in questo posto dimenticato, mi comporto come non ho mai fatto, ma ormai il dado é tratto. Hanno decretato la mia fine, ma non sanno che alla loro mente sono affine, li frego d’anticipo e li batto in modo atipico, liberando dall’inferno un’anima buona, solo così Dio mi perdona.

La fine di un capo

La fine di un capo, nessuno l’avrà mai dimenticato, mentre gli altri organizzano scaltri, la gente lo ricorda anche dopo la morte, nonostante la cattiva sorte. Comandare spesso può far male, soprattutto quando non si mette la morale davanti a tutto. Quando le alleanze son fatte con i nemici che hanno distrutto tutto quello in cui credi e dici. Non si può sostituire un capo, la sua grandezza non é un semplice dato, ma é data dall’onore verso la sua famiglia, il suo posto solo così si piglia.